Informazioni sul mondo di neonati e bambini

La quercia come simbolo della famiglia

martedì 30 settembre 2008

Faccio fare a mia figlia il vaccino contro il PapillomaVirus?



Non è semplice per un genitore scegliere di far fare il vaccino contro il Papillomavirus (HPV) alla propria figlia.
Decisione ardua, su cui vale la pena soffermarsi un bel po'.

Il Papillomavirus o HPV sono dei virus che infettano causando della malattie della pelle e delle mucose. Un esempio possono essere le verruche cutanee.
Purtroppo, alcuni tipi di HPV possono causare tumori benigni, come il condiloma (tipi di verruche che colpiscono le zone genitali sia maschili che femminili), o anche maligni, come il cancro del collo dell'utero e del pene.

La trasmissione avviene per via sessuale, e il profilattico non protegge. E' stato dimostrato che il rischio di contrarre il virus HPV aumenta esponenzialmente con l'aumento dei partner sessuali. Tali ricerche sono, inoltre, avvalorate dal fatto che il papillomavirus è stato trovato in gran numero tra membri di popolazioni promiscue e in precario stato di igiene. (notizie prese da Wikipedia)

(Vorrei fare qui una considderazione allontanandomi un pochino dallo scopo del post. Vorrei sottolineare, e me ne domando il motivo, il fatto che vengono riportate dai vari articoli su internet solo statistiche riguardo al papillomavirus contrato dal genere femminile. Eppure, è una malattia che contrae anche l'uomo? Come mai non vengono riportate le stime e le statistiche anche del genere maschile?)

Visto che una sana educazione alla sessualità pare impossibile (scusate il tono polemico), ecco arrivare un vaccino che risolve tutti i problemi: il Gardasil.
Tale vaccino dovrebbe prevenire l'infezione da HPV e quindi la formazione di neoplasie tumorali nel collo dell'utero. Gardasil il vaccino può essere iniettato nelle bambine a partire dai 9 anni di età fino a ragazze di 26 annni.

Ma, come funziona un vaccino? Un vaccino, non solo questo ma tutti i vaccini, contiene al suo interno il virus dal quale dovrebbe difendere. Mi spiego meglio, il vaccino del morbillo contiene il virus del morbillo; non proprio il virus "potente" ma una sua copia più "innocua" (dicono gli esperti) in modo tale che il corpo umano sappia reagire e sconfiggere questo virus-innocuo del morbillo. La conseguenza, sempre secondo esperti, è che il nostro corpo in seguito alla lotta con il virus-innocuo si è creato degli anticorpi che sapranno difendere il corpo se si dovesse incontrare il virus-vero del morbillo. Purtroppo non è così per tutti. Alcune persone hanno un corpo più "debole" che non sopporta tali vaccini e soccombe con la comparsa di gravi effetti collaterali. Purtroppo le persone a cui questo capita (per lo più bambini) sono in minoranza rispetto a chi invece riesce a contrastare il vaccino. In molti studiosi, ricercatori e medici c'è perciò la mentalità per cui "c'è sempre qualcuno che si deve sacrificare per il bene dell'umanità". (!!!)

Quindi, all'interno del Gardasil c'è un "piccolo" HPV, anzi tanti "piccoli" HPV (tanti perché l'HPV ha tante specie) che verrebbero iniettati nel corpo di una bimba di 9 anni o di una ragazza di 15 o 26 anni per proteggerle quando incontreranno i veri-virus-HPV.

Ci sono diverse considerazioni/perplessità che vorrei fare in merito:
- il vaccino è stato sicuramente testato su animali e le conseguenze, sia positive che negative, sono state viste su questi...topi, credo. Le conseguenze positive, benvengano: al massimo sugli umani (parliamo di bambine di 9 anni) non fa effetto; ma le consegue negative?
- il vaccino è in circolo da pochi mesi e già ci sono state delle segnalazioni di gravi conseguenze, come morte e la sindrome di GBS (una rara malattia neurologica che causa debolezza muscolare);
- tra gi effetti collaterali "lievi", mal di testa, nausa, febbre, c'è anche il pericolo di svenire. Lo svenimento non lo metterei tra gli effetti collaterali lievi, e non perché si può cadere procurandosi lesioni da caduta, ma perché lo svinemento è un sintomo importante. E' il modo in cui il corpo dà un black out, che ci sta dicendo che lo stiamo sovvraccaricando. E' una improvvisa mancanza di sangue al cervello, di conseguenza è interessato anche il cuore.
- c'è il sospetto, che non è accertato dalla medicina ufficiale, che molti vaccini esprimano gli effetti collaterali lontano dal giono in cui è avvenuta la vaccinazione. Chi mai potrà assicurare su questo?

Ed ho anche un'altra perplessità, che riguarda il messaggio inconscio che viene dato alle bambine e alle ragazze le cui mamme o i cui papà le portano a vaccinarsi contro questo virus. L'HPV è una malattia che si contrae nei rapporti sessuali non sicuri; portare una bambina a vaccinarsi contro questa malattia sarebbe come dirgli "figlia mia, ora puoi fare sesso con chi vuoi, sei protetta".

Ai genitori rimane la difficile scelta se vaccinare o meno le figlie contro il Papillomavirus.
Ognuno farà la scelta migliore per la propria figlia, l'importante è parlare ed esprimere ogni dubbio a se stessi e, poi, parlarne con il proprio pediatra o medico di famiglia.
Avere dei dubbi e delle perplessità non significa essere "contro" a priori, ma è invece indice di cercare di fare la scelta migliore possibile. Decisioni del genere vanno prese in modo ponderato, senza farsi prendere dall'ansia derivante spesso dalla "pubblicità" (negativa o positiva) fatta intorno al vaccino. Farsi delle domande e cercare delle risposte, significa compiere delle scelte consapevoli. Scelta, che in questo caso, viene fatta per una persona altra (cioè il genitore la fa non per se stesso ma per la figlia), almeno fino al compimento della maggiore età.

(Post ispirato da FDA)

2 commenti:

beatrice ha detto...

sono perfettamente d'accordo con te, paola....
mi hai letto nel pensiero quando hai espresso il "messaggio inconscio". ho una bimba di due anni e mezzo e ho scelto di non vavvinarla per la meningite.....buona giornata ciao beatrice

Raffaele ha detto...

Carissima Paola,

Come tu già sai,in ogni essere esiste anche un sistema auto-regolatore di tutto quello che chiamiamo biologia. Il sistema Immunitario, ma affinchè esso sia operativo occorre anche la giusta e normale crescita.

Sai appena pochi mesi dalla nascita del mio terzo cuore, il cuore di mio figlio Riccardo per colpa dei vaccini dati prematuri la situazione stava degenerando per un eccesso di CPK riscontrato nel sangue. CPK che è un sintomo rivelatore e portatore alla distrofia muscolare. Non ti dico cosa è successo per 2 anni al nostro cuore di genitori, ma sappi solo che è stato il suo angelo custode ad aiutarlo a superare con la crescita quella indotta anomalia.

Ciao
Raffaele

I più letti di sempre

Seguimi su Facebook