Informazioni sul mondo di neonati e bambini

La quercia come simbolo della famiglia

venerdì 3 dicembre 2010

Isolamento delle (neo)mamme

"L'essere umano è un animale sociale e i bisogni sociali delle gestanti e delle madri della nostra società vengono soddisfatti in controtempo: le donne in cinte e le donne che allattano si trovano isolate proprio quando hanno bisogno di un sostegno sociale forte mentre la partoriente viene circondata da treo quattro persone, proprio quando esige riservatezza" (cit.)

Questo accade molto spesso, quasi sempre. Le donne nel periodo della gravidanza e nel primo anno di vita del bambino si sento sole, soffrono una forte solitudine... ed è proprio così: vengono effettivamente lasciate sole, è un sentire che corrisponde ad una realtà.
Circondate da persone unicamente nel periodo del parto e forse nel successivo primo mese, magari anche in modo fastidioso ed insistente; successivamente il vuoto.

Il comportamento di circondare di attenzioni la partoriente e lasciarla sola prima e dopo il parto è un comportamento che si è strutturato negli anni con la "civilizzazione", che ha portato l'uomo a distanziarsi sempre di più dalle sue necessità più "corporee", facendo prendere il sopravvento alle "buone maniere".

Mi domando come tutto questo incida sul "calo fisiologico e psicologico" della mamma dopo il parto, o sulla depressione post-partum.... e le conseguenze nelle relazioni che la mamma-donna intesse con gli altri.

2 commenti:

Psicologia e Salute ha detto...

Passavo di qui e... complimenti per il Blog
Ti andrebbe di fare uno scambio di link?

Ciao e auguri
Francesco

Paola ha detto...

Certo che mi farebbe piacere :)
Ti inserisco.

I più letti di sempre

Seguimi su Facebook