Informazioni sul mondo di neonati e bambini

La quercia come simbolo della famiglia

sabato 4 ottobre 2008

L'uomo in piedi (parte prima)

Psicologicamente, pochi sono gli uomini "costruiti" normalmente.
Pochi uomini hanno riodinato e messo in ordine i differenti piani del loro essere.
Pochi uomini sono perfettamente equilibrati, oppure non sono stati aiutati a costruirsi (educazione).
Oppure non si sono mai costruiti da soli (sforzi dell'adolescente e dell'uomo adulto).
Oppure si sono rovinati, gli altri, le cose, le strutture esterne, la vita li ha rovinati.
Pochi uomini meritano realmente il nome di uomo.


L'uomo costruito bene è a tre piani:
al terzo, lo spirituale,
al secondo, il sensibile,
al primo, il fisico.
(Se noi parliamo di "piani" nell'uomo, è per distinguere il rispettivo valore degli elementi che lo compongono: ma non dimentichiamo che l'uomo è uno, e che impegna tutto il suo essere in ogni suo atto).
I tre "piani" sono uniti, comunicano fra loro, hanno influenza uno sull'altro, ma la loro gerarchia dev'essere rispettata: il fisico è al pian terreno; è il meno nobile - mentre lo spirituale è in alto, è il più bello.
Se l'ordine dei valori non è rispettato, la costruzione è malfatta, e l'uomo è rovinato.
(Fonte: Donare, il diario di Anna Maria di M. Quoist)

5 commenti:

Raffaele ha detto...

Carissima Paola,
sarei molto felice se il tuo cuore riscoprisse il grandioso maestro Rudolf Steiner.

Cordialmente

Raffaele

(raffaele.zacca@yahoo.it)

Paola ha detto...

Ciao Raffaele,
mi farebbe piacere se tu spiegassi meglio cosa intendi con il tuo messaggio/commento in modo tale che anche chi non conosce Steiner e legge il blog possa capire cosa intendi.

Raffaele ha detto...

Carissima Paola,

Giustissime sono le tue osservazioni, è giusto che dia le giuste spiegazioni.

I contenuti di questo tuo post parlano della natura dell'uomo, dei piani, della sua costituzione biologica e spirituale ecc.. In tutta sincerità, condividendo il tuo dire, vorrei aggiungere qualcosa di più specialistico, perchè nel nostro cammino di vita, molte volte bisogna anche fermarsi per contemplare nel ricercare tante risposte.

C'è tanto da imparare, dai grandiosi e saggi maestri apparsi in ogni tempo. C’è tanto da imparare anche dai nostri e dagli errori altrui, basta porseli nella propria coscienza per scoprire che anche noi siamo stati e siamo attori di tante assurde parti che corrispondono a dimensioni che l’essere porta dentro di sé dalle proprie esperienze di memorie passate. Questo c’induce a comprendere e a capire la legge evolutiva anche attraverso l’oscuramento dell’anima per un principio ascensionale ed evolutivo passa alla luce, alle verità e alla libertà dell’essere, perché anche noi siamo passati, abbiamo vissuto quella assurda esperienza. In questa visione non si prova più riluttanza, negazione o rifiuto ma compassione per una crescita interiore che è in cammino.

C'è tanto da scoprire e se ci affacciamo con il cuore verso chi di questa nostra realtà biologica / animico / spirituale ci da una chiara traccia, ci fa dono, ci trasmette una vera scienza. LA SCIENZA DELLO SPIRITO.

Provate a leggere la biografia nel sito rudolfsteiner.it. di questo misterioso personaggio di nome Rudolf Steiner e capirete chi era costui. Questo meraviglioso GIGANTE della nostra storia.

Posso dal mio personale punto di vista accennarvi che è stato Gesù ritornato tante volte, con tanti ruoli per aiutare questa nostra martoriata umanità.

Pensate proprio nel profondo del vostro cuore che quel meraviglioso maestro Gesù abbia fatto la sua comparsa, la sua meravigliosa opera solo 2000 anni fa? Sapendo quello che sarebbe stato il futuro di questa nostra sofferta umanità, dopo il suo avvento?. Riflettete su cosa è successo dopo è molto importante.

E se invece questo Dio dei nostri padri, mai imponendosi oltre quel principio di libertà e di libero arbitrio dei suoi figli, si sia frammentato apposta in tanti umili e grandiosi esseri, in ogni tempo, in ogni luogo con tanti aspetti, manifestando il suo grandioso amore attraverso il fare e il dire con tanti attributi esteriori ed interiori, che possono focalizzarsi in tanti aspetti dello scibile umano, in tante forme che trovano unione nella religione, nella filosofica, nella scienza nell’arte e soprattutto nell’aspetto intuitivo che nasce dal cuore d’ogni essere?

Come può una goccia d’acqua contenere tutto il mare? Come può un essere contenere tutto quel incommensurabile infinito universo? Universo che è parte infinitesima di qualcosa di ancora più grande? Nel raffronto il nostro mondo scompare diventa assai infinitesimo, quasi come se non esistesse. Può quel Dio così gigante immenso, infinito intercalarsi in questo infinitesimo pianeta che chiamiamo terra? Riflettete su questa domanda, osservate il cielo, il firmamento, le stelle, l’universo riflettete profondamente con il cuore e capirete.

Come poteva nascere, esistere questa nostra Cristianità se non fosse esistito quel meraviglioso maestro Gesù che incanalò, accolse nel suo cuore quella grandiosa entità solare conosciuta come il Cristo? Che per mezzo di Giuda ha fatto il suo e il nostro destino? Chi era quel Giuda che tutta questa nostra umanità ha allontanato, ha spergiurato, se non un frammento di quel piano divino in cui il Cristo ha interpretato tanti ruoli? Da Gesù / Giuda / Caifa /…… a Pilato?

E’ impensabile questa ipotesi? Perché nelle mie riflessioni interiori mi è apparsa come il sole che sorge al nuovo giorno? Perché mi ha fatto percepire il Cristo frammentato in tanti Illuminati e saggi Istruttori? Che hanno sempre parlato al cuore di questa nostra umanità, cercando di portare quella luce interiore risvegliando il cuore, l’anima e soprattutto lo spirito immortale. Si è ben guardata questa nostra cristianità che con i suoi concili ha cancellato lo spirito dai suoi vangeli per allontanare e sviare dalla mente quel principio universale che ci lega alla divinità. Forse era giustificato nel tempo passato motivato dall’ignoranza, ma di sicuro oggi la consapevolezza di massa ben lontana dai tempi passati, si proietta verso la nuova consapevolezza della sua vera natura.

Io penso e affermo che è meglio mettersi nel dubbio, che rifiutare questa ipotesi come tante altre conosciuta a tanti illuminati e saggi istruttori.

Se mi è concesso,aggiungo anche che tutte le risposte sono dentro di noi, basta porseli nel proprio cuore, nella propria coscienza che è discriminante e che riesce anche a capire le verità, le non verità o a ricostruire le verità mancanti.

Potrei parlare del perchè, del perchè nell'essere umano, in particolari momenti, per particolari situazioni che la vita, il destino gli dispiega, gli impone, molte volte quasi per un processo naturale, compensativo gli concede di avere memoria di questa e di tante vite passate. Quando questo succede allora cambia la vera prospettiva della vita.

Chi ha orecchie per intendere intenda è quello che un giorno Gesù quel meraviglioso Maestro di luce, ha detto e dice a tanti. Per meglio farsi capire parlava con un linguaggio semplice, con parabole, con metafore, ma anche con tanto sottile simbolismo, perché sapeva che in mezzo a tanti, in quel tempo e oltre il suo tempo qualcuno più dotto, qualcuno più attento, avrebbe capito tante altre cose da quel nascosto linguaggio.

E’ come giocare a carte e conoscere un piccolo trucco espressivo/simbolico che permette ai due giocatori di conoscere le carte del compagno e per deduzione anche le carte degli avversari. Gli avversari alla fine pendendo molte partite, non sapendo, si giustificheranno dicendo inconsapevolmente che loro sono stati meno fortunati.

Messaggi che possono essere capiti, non attraverso letture errate od occultate modificate, trasformate, modellate per condizionare le masse, ma per essere lette con una chiave diversa, una chiave di lettura meno esteriore, più conoscitiva, più consapevole, più meditativa, più riflessiva, più vicina al cuore che riesce a scindere e a discriminare le verità dalle non verità o a ricostruire le verità mancanti.

Oggi, e da tanto tempo, anche se in parte nascosta, esiste una tecnologia militare che si basa su regole matematiche che utilizzando sistemi inferenziali logico/deduttivi riescono a convertire e a scandire in armoniche pensieri parole e testi per leggere la mente, per ri-validare o ricostruire modelli di verità mancanti che risultano disorganizzate o disarmonizzate nel loro insieme d’esistenza o d’appartenenza.

Esiste anche un sistema molto, ma molto assai più potente; Inferenziale, Logico Deduttivo, Istintivo, Intuitivo, Biologico, Metafisico e Spirituale, che è dentro di noi nel nostro CUORE nella nostra ANIMA, nel nostro ESSERE nel nostro SPIRITO IMMORTALE.

Capite a quali implicanze e rivoluzioni, può portare questa in parte celata verità, se divulgata e messa in atto con particolari tecniche induttive?

Quante volte spontaneamente affiorano alla mente sotto forma di presentimenti dei fatti, delle verità preannunciate? Provate a ricordare a riflettere e capirete che è comune e succede a tanti. E’ come prendere la cornetta per rispondere ad una persona che già si sa chi è un attimo prima che il telefono suonerà.


E’ come un cane malato che trova l’erba necessaria alla sua guarigione senza nulla conoscere, senza nessuna consapevolezza della vita. Inconsapevolmente una forza lo guida in virtù di quella Intelligenza che madre natura gli ha dotato e che agli occhi del profano è chiamata ISTINTO. Così e molto di più è nell’uomo che in certe condizioni o stati dell’essere, per una Volontà Divina, per una Legge Divina, riattiva quelle forze necessarie che lo conducono a compensare i vuoti prodotti dalla vita e a volte anche al risveglio e alla comprensione di tante verità celate.


Come è cambiata la mia vita nel 2003 quando il mio Angelo e Maestro , mio figlio Orazio di 20 anni dopo essere ritornato alla casa del Padre Celeste mi parla dal cuore al cuore dal mondo spirituale .

Chiarisco che non è nelle mie più intime intenzioni far nascere impressioni d’ essere invadente o assolutista su certe tematiche esistenziali perché sono state dettate non solo dal cuore mio che li ha percepiti e contemplate, ma soprattutto validate in ogni tempo dal cuore di tanti Maestri di Saggezza.

Credetemi, il perché di questo mio dire, di questo mio desiderio, il motivo, il vero scopo è SEMPLICE, SINCERO, SPONTANEO ALTRUISMO che con un forte SPIRITO d’INNATA LIBERTA’ nasce dal cuore di un Padre che nel dramma del suo immenso, indescrivibile dolore ha riscoperto l’indefinibile AMORE.

Scusandomi se ho abusato nel vostro cortese parlare, com’è nelle nostre buone usanze VI AUGURO UNA BUONA DOMENICA.

Cordialmente

Raffaele

(raffaele.zacca@yahoo.it)

Raffaele ha detto...

Carissima Paola,
scusami se nel mio dire, mi sono scordato di ringraziarti per avermi dato la possibilità di parlare di certe congetture, di certe tematiche esistenziali che il grandioso maestro Rudolf Steiner ci ha prospettato attraverso una vera scienza parlando al nostro cuore attraverso i suoi numerosi scritti.

Ciao
Raffaele

Raffaele ha detto...

Paola, in tutta sincerità non pensate che questo sia solo il mio unico modo di dire, di parlare che all’apparenza possa sembrare quello di un FILOSOFO. Nella mia essenza, nella mia vera natura sono una persona umile, semplice, di media cultura, un informatico, una persona come tanti, come voi, che vive anche nel sociale, che ama la musica, la danza, la buona tavola, il buon vino insieme a tanti cari amici e tutto ciò che si suole dire PROSSIMO. Ma il mio destino mi porta anche a parlare di quello che il mio cuore infranto dal grande dolore ha è percepisce sotto forma d’Intuito, di Rivelazioni, di Sentimenti e di tante Contemplazioni che vorrei con tanta sincerità trasmettere, far conoscere a tanti, perchè il mio cuore lo reputa giusto parlarne.

Sai è importante per il mio cuore SAPERE COSA NE PENSI DI QUESTO MIO DIRE: Lo condividi in parte o su tutto o lo rifiuti?

Sono prontissimo ad accettare giustamente tutte le critiche e soprattutto tantissimi consigli perché con tanta sincera certezza so che c'è sempre qualcosa da imparare anche e sopratutto dagli altri.

Ciao
Raffaele

I più letti di sempre

Seguimi su Facebook