Informazioni sul mondo di neonati e bambini

La quercia come simbolo della famiglia

lunedì 22 settembre 2008

Psicofarmaci ai bambini

Solo due righe per avvertire tutti i genitori delle atrocità che stanno succedendo riguardo ai bambini.

Premesso che qualsiasi tipo di psicofarmaco danneggia la salute e ai bambini non va dato, con il Metilfenidato stanno veramente superando ogni limite. Anni fa sono venuta a consocenza della somministrazione di questo farmaco a diversi bambini che conoscevo. Mi sono informata inserendo su Google le parole chiavi "pro e contro del ritalin": nella ricerca che ho fatto non ho trovato nessun pro!

Il metilfenidato è una droga! Fa parte delle anfetamine, è catalogato tra i farmaci che danno dipendenza.
Darlo ad un bambino significa quasi certamente votarlo ad una futura dipendenza da droghe. O sottoforma di dipendenza da psicofarmaci o da droghe (quelle di cui si ha sempre paura che il figlio utilizzi).

Se come genitori date una droga a vostro figlio, poi non rimanete male o non lamentatevi se da adolescente o in giovane età adulta incontrerà altre droghe e decide di "farsele" da solo e senza il vostro permesso.

In alcune scuole hanno già proposto una valutazione psicopatologica di tutti gli alunni con conseguente somministrazione del Ritalin (il metilfenidato) ai bambini più turbolenti (cioè quelli che l'insegnante non è capace di gestire. Per un problema dell'insegnante vostro figlio potrebbe essere drogato: non permettetelo! Ed è anche una questione di ricerca e speculativa: non permettetelo!).

Link utili per far fronte a questo abberrante farmaco/droga:
Cosa può fare un genitore
Per conoscere il Ritalin
Disinformazione-adhd
Narcolettici e bambini iperattivi: c'è chi dice no!
Deficit di attenzione e iperattività: un video

3 commenti:

Francesco ha detto...

Poveri bambini! Li vuoi fare crescere sani e selvaggi!

Da bambino ero un tipo tranquillo, stavo fermo dove mi mettevano. Da grande appaio un tipo tranquillo, apparente sto bene dove mi mettono.
Conosci invece un pò qual'è la realtà!
Di tranquillo ho solo l'apparenza, quell'apparenza che oggi si vuole far avere ai bambini a tutti i costi, stravolgendogli la loro vita con gli psicofarmaci.
Io non prendevo psicofarmaci ma in qualche modo rimuovevo la mia inquietudine che si è manifestata in modo serio più avanti nella vita.
Gli psicofarmaci hanno un pò lo stesso effetto sulla vita emotiva di un individuo.
Credo che possa avere un senso usarli solo in caso di psicosi gravi, pericolose per l'individuo e per chi gli sta intorno. Gran parte dei bambini agitati non ha questi problemi.

Un abbraccio
Francesco

Melanippe ha detto...

Ciao, in proposito ti segnalo questa associazione, molto attiva contro la somministrazione di psicofarmaci ai bambini:
http://www.giulemanidaibambini.org/

Paola ha detto...

Grazie, mi sono dimenticata di inserire questo link tra gli altri :)

I più letti di sempre

Seguimi su Facebook